lavelli_PRINCIPALE

Lavelli da cucina di design: come e quali scegliere

Il lavello è un elemento fondamentale in cucina e garantisce praticità ed eleganza al piano di lavoro più usato della casa.

lavelli_01

I lavelli in cucina sono sempre più ricercati e di design.

Il lavello della cucina è un elemento importante, per cui è opportuno valutarlo con attenzione.

Prima di decidere le caratteristiche dei lavelli, è importante sapere quali sono le misure dello spazio dove li vuoi posizionare.

In fase di progettazione o ristrutturazione, puoi scegliere con più libertà dove avere gli scarichi e quindi i
lavelli, e quanto spazio occupare.

lavelli_02

Se invece avete scelto di adeguarvi alla nuova tendenza, in cui gli spazi si fondono dando vita al concetto di open space, allora sicuramente sceglierete di donare fascino ed eleganza all’ambiente con una cucina ad isola su cui potrete scegliere di installarvi il lavello e ricavare anche più spazio per lavorare.

http://blog.rifra.com/cucina-open-space-i-pro-e-i-contro/

lavelli_03

Il lavello può avere caratteristiche, forme e misure diverse: tutti aspetti da non sottovalutare, perché non solo contribuiscono ad arredare il tuo ambiente, ma ti permettono di avere una cucina più comoda e funzionale.

Vediamo insieme alcune configurazioni possibili:

1.Vasca unica
2.Vasca doppia
3.Vasca con gocciolatoio

1. VASCA UNICA:

La vasca unica si può definire una scelta di design, molto pulita e lineare con le forme squadrate.

lavelli_04

Puoi scegliere, però, anche soluzioni arrotondate se più in linea con lo stile e l’arredo della cucina.

La vasca unica, in particolare se maxi, è esteticamente più bella e impattante dei doppi lavelli. Per un risultato ancora più minimale, scegli la soluzione sotto top. La vasca grande unica oltre a regalare un impatto visivo più sobrio, è anche molto comoda.

2. VASCA DOPPIA

Un ever green è sicuramente rappresentato dalla vasca doppia, solitamente una grande affiancata ad una più piccola.

lavelli_05

3. VASCA CON GOCCIOLATOIO O TAGLIERE SCORREVOLE

Posizionato a fianco dei lavelli, il gocciolatoio risulta molto utile soprattutto se non hai la lavastoviglie o se non la usi con frequenza.

Un nuovo modo di intendere il lavello è senza dubbio la scelta dei taglieri scorrevoli che determinano la chiusura e quindi la scomparsa delle vasche e creano un’ elegante e raffinata continuità con il piano di lavoro.

lavelli_06

Definita la configurazione si può passare alla scelta della tipologia di installazione.

Vediamone alcuni insieme:

1. Incasso a bordo piatto
2. incasso filotop
3. incasso sottotop

1. INCASSO BORDO PIATTO

Il lavello appoggia sul piano cottura e sporge di pochi millimetri. È pratico e dialoga molto bene con tutte le cucine: è indicato infatti con qualsiasi top, a prescindere dal materiale e dallo spessore.

lavelli_07

2. INCASSO FILOTOP

I bordi della vasca sono a filo con il top, al tatto non è percepita nessuna discontinuità. Una soluzione elegante, indicata per determinati materiali quali marmo, granito, quarzite e corian.

lavelli_08

3. INCASSO SOTTOTOP

Di grande impatto estetico è l’incasso sottotop. Questa soluzione garantisce più spazio e più libertà di movimento sul top. E’ la più elegante, ed è anche più funzionale per l’assenza di bordi.

lavelli_09

lavelli_10

Anche la selezione del materiale in cui il lavello è realizzato è importante da considerare.

L’acciaio inox è tendenzialmente il più richiesto per le sue caratteristiche legate all’igiene e alla resistenza, ma decisamente belli e scenografici sono anche quelli in ceramica, granito e pietra.

lavelli_11

L’acciaio regala sempre quello stile unico, intramontabile e soprattutto durevole che non dispiace a nessuno, ma tra le soluzioni di design moderne ci sono anche alcune varianti in grado di dare davvero un tocco di eleganza all’ambiente, ad esempio il lavabo integrato in LAMINAM

lavelli_12

Laura Spinelli

PS: Se vuoi ricevere il nostro catalogo con tutte le novità delle cucine Rifra, clicca sul link:
http://www.rifra.com/it/risorse-base.aspx

Lascia un commento

Lasciando un commento su questo blog, accetti l'informativa sulla privacy